sabato 31 gennaio 2009

VIVA I BROCCOLETTI











Sono convinta-pur avendo in antipatia in blocco la cosiddetta 'cultura new-age'-che l'immaginazione positiva incida sul sistema immunitario,magari misteriosamente.
Mi piace l'idea che pensare ad arance, broccoletti e olio extravergine significhi costruire la nostra salute.
Allegria,allegria.
Ma....signor professor Veronesi, non le pare di aver commesso un grave peccato di omissione, rispetto alla comunicazione pubblica,nella sua nobile campagna di prevenzione?
Pensare positivo non vorra' anche dire riempirsi la testa di balle.
Ci sono agenti venefici che ci avvelenano.
Componenti chimici incontrollati,l'amianto in edilizia,additivi alimentari a go-go.
Il traffico pazzesco, invivibile delle nostre città giochera' pure il suo ruolo nella mutazione genetica da cancro.
Scrivo di questo non per intristire tutti noi, ma per rispetto dei tanti amici malati.
Alcuni ce l'hanno fatta,altri no.Tanti stano lottando.
Non prendiamoci in giro, per favore.
Ne' con lo scherzetto delle targhe alterne, ne' con i giochini degli amministratori che si fanno vedere sulle due ruote un paio di volte l'anno,per dimostrare che liberano l'aria.
Il problema ambientale va affrontato in modo serio,altrimenti con le arance ci facciamo solo un drink.

2 commenti:

Fino ha detto...

Ma gli amministratori il problema ambientale lo vogliono affrontare sul serio?
E questo governo?
Un caro saluto
Fino

Anna Rosa Balducci ha detto...

No, credo non lo vogliano affrontare sul serio, e questo è molto colpevole
saluti
Anna Rosa