sabato 26 luglio 2008

SUA EMERGENZA


A forza di imbastirci la testa con le emergenze non capiamo piu' se siamo su un pianeta o sull' arca di Noe'.
Almeno, sulla seconda, potremmo simulare una crociera, con toni apocalittici e amici animali compresi.
Emergenza, emergenza!!!
Emergenza sara' lei,direbbe il principe Toto'.
Cominciamo,anzi continuiamo.
Emergenza immigrati clandestini è quella di ieri, tanto per spararne una ovvia.
Vorrei, per favore, che i signori del Colle che diffondono il panico facessero, per legge, un parallelo rendiconto di DATI CERTI.
Numeri,paesi di provenienza, sbarchi, regolarizzazioni, morti in mare, dispersi.
Dati alla mano, per favore,non spariamo sugli italioti in vacanza, che bevono tutto quello che costa meno.
Di emergenze gridate siamo stufi,concentriamoci su quelle occulte,piu' difficili da districare.
Sull'emergenza 'disagio giovanile e infantile' è stata costruita un'industria, da anni. Oggi Vittorio Zucconi lo ripeteva in un elzeviro,finalmente qualcuno ci arriva.Con un po' di pazienza....
Emergenza pirati della strada,emergenza ......
-C'era una volta.......
-Un re!-diranno subito i miei piccoli lettori.
-No, ragazzi,avete sbagliato.C'era una volta un pezzo di legno-
E cosi' via.
Se proprio se la vogliono raccontare, che si raccontino un po' di favole, che fa bene alla salute, a quella di tutti.

5 commenti:

Pier Luigi Zanata ha detto...

La vera emergenza e' di tutti quelli che corrono in Tv a urlare ''emergenza'' per poter ... emergere.
Vale.
PL

Pier Luigi Zanata ha detto...

A proposito di pezzi di legno, di burattini cioe', leggi il mio blues
''Il gran mentitore''.
Vale.
PL

Anna Rosa Balducci ha detto...

Letto, divertente,anche un po' malinconico.Per fortuna le bugie hanno le gambe corte,si dice.

Riccardo Bertozzi ha detto...

Mi sa che ormai la parola "emergenza", e così pure il suo concetto, sono diventati degli slogan dei media. Un pò come i "bagni di folla"...

Anna Rosa Balducci ha detto...

Si', ci sono parole che ormai ci passiamo l'un l'altro senza percepirne il significato.
Le parole andrebbero dette lentamente,ad una ad una.
Auguri, Riccardo, per tutto,anche per le tue fatiche letterarie.Ti prometto che acquistero' 'Gli occhi di Sonia' e ti diro' la mia.