giovedì 28 febbraio 2008

CI SONO INTELLIGENZE



Ci sono intelligenze che non compaiono, nei Gotha delle dirigenze del mondo. Intelligenze raffinate, competenze complete,articolate,consapevoli,doti naturali gettate tra la spazzatura come diamanti perduti in un vicolo puzzolente.
Ne sono passate almeno tre per casa mia in questi giorni ,vecchi compagni di scuola che sono quasi fratelli,e non ne voglio parlare per intero,voglio parlare unicamente della loro intelligenza.
Un economista, una critica d'arte ,personaggi che avrebbero potuto essere in prima fila nella vetrina del mondo, e invece sono ritornati qua, tra la riva del mare e la nebbia di febbraio, a riesumar ferite e a cuocere rimpianti, a rincorrere fuochi fatui o forse solo un riposo anticipato .
A ciascuno il suo, ogni cosa è illuminata, dice il titolo di un bellissimo film che ho visto in questi giorni.Pero', se si vuol credere che il mondo è di tutti e non solo di alcuni, si deve dire che non spetta di diritto solo ad alcuni di governarlo. Dovrebbero essere queste intelligenze ad avere la voce piu' robusta.
Invece, sono sempre e solo i mediocri, o i piu' furbi.
Nella mia classe di liceo, adesso che ricordo, c'erano, tre o quattro geni.
Uno era nato con la matematica in testa,il cervello gli friggeva, ha fatto una normale carriera universitaria, ma niente di piu',sta zitto zitto, tra la sua magrezza e i suoi numeri,nessuno sa che esiste.
Altri non hanno fatto carriera alcuna.Sono tutti isolati,fuori da qualunque 'giro'mondano
Si', ci sono intelligenze che non sono state utilizzate, anzi, sono state solo fiori di campo, che nessuno ha raccolto.
Nelle economie delle affermazioni personali hanno giocato altri fattori.Lasciamo stare tutte le logiche di clientela, non voglio parlare neppure di questo.
Hanno giocato fattori emotivi, di relazione,l'esistenza allo stato puro, con i suoi imperativi categorici, i suoi disguidi, i suoi dolori ,le sue passioni,non ha lasciato campo alla affermazione nel mondo di questi talenti.
Che dire?
Continuiamo, un altro giro di walzer, prego.




6 commenti:

Riccardo Bertozzi ha detto...

Buongiorno Signora Balducci,
ho trovato il Suo blog grazie ad un Suo intervento ad una discussione circa la casa edtrice Giraldi, su questo blog: http://simonagervasone.blogspot.com/2007/10/finalmente.html
Volevo contattarLa via mail per chiederLe un'informazione, ma nel profilo non ho trovato l'indirizzo e così ho utilizzato questa discussione.
La posso contattare?
Attendo Sue notizie e cordialmente saluto.

Riccardo Bertozzi

Anna Rosa Balducci ha detto...

Mi puo' contattare in questo blog, o nel blog di Simona Gervasone aperto sul tema delle Edizioni Giraldi,cordiali saluti

Riccardo Bertozzi ha detto...

Ok, grazie,
Dunque, sul blog di Simona Gervasone ho letto che ha spedito il Suo romanzo al "Premio internazionale isola d'Elba".
Io con Giraldi ho pubblicato un libro di poesie, che purtroppo è rimasto "orfano". Mi avevano detto che avrei dovuto partecipare a delle presentazioni da loro organizzate, ma dopo l'uscita del libro non si sono più fatti sentire.
Lei mi può consigliare qualche premio o concorso (oppure qualche rivista) a cui spedire il mio libro?
Grazie e buona domenica.

Riccardo

Anna Rosa Balducci ha detto...

Di premi ce n'è un'infinità,non so cosa consigliarle. Le posso dire di cercare ,con un motore di ricerca, alla Voce 'Premi di poesia',poi di andare ad intuito. Auguri vivissimi.

anna rosa balducci ha detto...

Comunque, signor Bertozzi, lasci in questo blog il titolo del suo libro di poesie, per favore, cosi' almeno provvedero' io stessa a verificarne in libreiria la disponibilità.
Ancora saluti

Riccardo Bertozzi ha detto...

Ok, grazie.
Il mio libro si intitola "Gli Occhi di Sonia", edito dalla Giraldi Editore di Bologna.
Saluti.